Val d' Anapo

Sul fondo di un maestoso canyon eroso per millenni dal Fiume Anapo, il cui nome, di origine greca, significa “invisibile”, seguendo il tracciato di una vecchia ferrovia, la “Siracusa-Ragusa-Vizzini” si scopre un ecosistema diversificato, un ‘esplosione di biodiversità caratterizzata sia da un ambiente acquatico che da uno tipico delle pareti rocciose, della valle, dei pianori e delle grotte. La valle può essere visitata partendo da due ingressi principali: ingresso strada Fusco-Sortino ed ex casello ferroviario Cassaro-Ferla. Entrambi i percorsi sono incantevoli e lungo i sentieri, aventi come sfondo scorci della Necropoli rupestre di Pantalica, è possibile sostare presso le sponde del Fiume Anapo  e rinfrescarsi nei suoi punti balneabili.